La Russia vuole localizzare i minatori di cripto-minatori

Secondo vari media russi, il Ministero delle Telecomunicazioni e dei Mass Media di Mosca cercherà di sviluppare un proprio sistema di rilevamento per i minatori di cripto. Si parla di sgravi fiscali, di tariffe elettriche maggiorate o di una quota massima di energia elettrica, che i minatori della Federazione Russa non possono superare.

I Bitcoin evolution segnali dei ministeri sono molto disomogenei

Secondo quanto riportato dai media, sono attualmente in corso i preparativi per nuove leggi, che probabilmente saranno presentate al parlamento russo il 1° febbraio. Inoltre, il ministero delle telecomunicazioni e dei mass media (Minkomsvjas) intende identificare il minatore sulla base del suo consumo di elettricità e del volume di dati tipici delle sue attività. Anche l’estensione approssimativa dell’estrazione di Bitcoin evolution dovrebbe essere riconosciuta in questo modo. Già nell’ottobre 2017 i regolatori russi hanno annunciato tali sistemi di rilevamento. Con un consumo di energia elettrica così insolitamente elevato, non è particolarmente difficile da scoprire i minatori, le nuove misure sono state annunciate in autunno.

Le modalità di attuazione tecnica non sono purtroppo spiegate nelle pubblicazioni disponibili online

Secondo l’agenzia di stampa RIA Novosti, i dipendenti senior del Ministero dell’Energia hanno ora annunciato di considerare l’identificazione possibile ma anche molto costosa. Il ministero ha proposto di limitare le misure a coloro che operano nel settore minerario su base commerciale e quindi su vasta scala. Ci sono anche persone che usano molta elettricità al mese in altri modi. Ciò per cui viene utilizzata l’elettricità non può essere visto dall’esterno.

Anche l’ispezione dei flussi di dati richiede molto tempo. Non è possibile chiamare automaticamente ogni utente di servizi di streaming un minatore solo perché trasferisce molti dati. Non appena i dati vengono trasmessi criptati con una Virtual Private Network (VPN), ad esempio, il rilevamento dei minatori è quasi impossibile.

Si ritiene inoltre che Crypto-Miner sarà esentato dal pagamento delle imposte per due anni dalla notifica. In linea di principio, non dovrebbero pagare l’imposta sulla cifra d’affari, ma dopo il periodo di due anni dovrebbero pagare l’imposta sul reddito sull’aumento di valore dei loro portafogli. Inoltre, non esiste una valutazione uniforme della situazione per quanto riguarda l’agevolazione fiscale. Il vice ministro delle finanze Alexei Moiseev ha detto a RIA Novosti che non vedeva alcuna ragione per un’agevolazione fiscale pluriennale.

Il ministero delle telecomunicazioni e dei mass media oscilla attualmente tra un sistema di quote, da un lato, e tariffe elettriche speciali per i minatori, dall’altro. Un portavoce del Ministero dell’energia, invece, ha frenato le aspettative in una riunione della scorsa settimana. Finora nessuno è stato in grado di spiegargli perché ci dovrebbero essere tariffe più economiche per questo gruppo di persone. All’interno della Federazione russa, i prezzi erano già estremamente bassi, che ha fortemente promosso l’estrazione mineraria.

Per il momento, resta da vedere se il risultato delle deliberazioni dei ministeri sarà un sollievo, una regolamentazione neutrale o addirittura una sorta di politica di blocco statale. Se i ministri si accordano su un blocco, è probabile che questo abbia forti effetti negativi sul mercato delle valute criptate.

Esclusivo: Questo è ciò che l’élite Blockchain dice sulle attuali sfide di crittografia

Nel contesto della Blockchain-Cruise-Conference i partecipanti del pannello Dolore e paure nel 2018 hanno discusso il “Big Picture” della crittoeconomia.

Si trattava anche di cosa deve cambiare per potersi adattare Bitcoin code al progresso con successo

Il primo è stato Miko Matsumura, che ha sottolineato quanto sia importante che il mercato della crittografia abbia avuto molte esperienze dolorose negli ultimi mesi. Ora si tratta di imparare dai nostri Bitcoin code errori e di fare le cose meglio in futuro. Hartjej Sawhney si è espresso molto meno diplomaticamente quando ha generalizzato che (la maggior parte) degli utenti si comportano come “idioti” e sottovalutano i rischi, motivo per cui l’attenzione dovrebbe essere concentrata principalmente sulla sicurezza informatica.

Olga Feldmeier ha fatto riferimento alle buone notizie per ravvivare di nuovo l’atmosfera. L’ecosistema si sta sviluppando splendidamente e in particolare l’adattamento nel settore finanziario dà grandi speranze per uno sviluppo positivo nel prossimo futuro. Con gli investitori istituzionali e le banche che saltano sul carro cripto, tuttavia, le risposte alle questioni normative stanno diventando sempre più importanti, ha avvertito Jonathan Galea. Allo stesso tempo, tuttavia, ha ammesso anche

“Il decentramento non può essere regolato al suo centro, ma solo il quadro che lo circonda.

L’inventore del Domain Name System (DNS), Paul Mockapetris, ha affrontato il tema del decentramento per delineare un problema inerente al decentramento:

“Quando ho inventato il DNA negli anni ’90. Tuttavia, man mano che la scala aumentava e tutto diventava più grande, iniziò la centralizzazione. Queste forze centrifughe erano valide a quel tempo con Internet come oggi con Blockchain. Affrontare questo è un compito difficile”.

Chiavi private, computer quantistici e il ruolo della critto-educazione

Particolarmente vicino al cuore di tutti i partecipanti al panel è stato il fatto che gli utenti devono imparare a conservare da soli le proprie chiavi private e non lasciarle a scambi centralizzati o a portafogli caldi. Miko Matsumura ha scosso la testa in questo contesto perché non riusciva a capire perché gli utenti non potevano imparare dagli innumerevoli hack.

“Diverse centinaia di milioni di dollari vengono regolarmente bruciati da hacker di borsa e non importa a nessuno”.

Anche Charlie Lee, fondatore di Litecoin, ha concordato con Miko e ha sottolineato la necessità di educare la gente su come funziona la criptoeconomia:

“Il problema è che, per la prima volta, le persone sono responsabili della custodia del loro denaro e non devono più affidarlo a terzi come una banca. Questo porta al comodo utilizzo di portafogli caldi o scambi centrali. C’è sempre un compromesso tra usabilità e sicurezza, ma è sempre meglio e più facile tenere al sicuro le monete con i portafogli della ferramenta”.

Paul Mockapetri vede i computer quantistici come un altro fattore di rischio. Bobby Lee, co-fondatore della BTCC, ha risposto che è sbagliato ritrarre questo come un rischio puramente blocco-catena specifica. Computer quantistici mettere in pericolo l’intera infrastruttura Internet e blockchains può contribuire a ridurre i pericoli attraverso il loro ulteriore sviluppo. Di conseguenza, la tecnologia a catena di blocchi può essere vista piuttosto come un’opportunità per consentire un’infrastruttura di rete sicura nonostante i computer quantistici.

Miko Matsumura ha concluso l’intera discussione con le parole:

“Non si tratta solo di computer quantistici, regolamenti e investitori istituzionali. Dobbiamo chiederci come individui e come industria cosa possiamo fare per sviluppare ulteriormente l’adattamento a catena di blocco”.

Analisi dei prezzi di Bitcoin (BTC/EUR) – Breakout dalla tendenza al ribasso

Dopo un test di supporto a lungo termine, il corso Bitcoin con due coraggiose pompe è salito a 5.700 euro. Gran parte delle perdite delle ultime due settimane sono state così annullate. Con questa pompa, il prezzo delle azioni Bitcoin è salito al di sopra della tendenza al ribasso perseguita dall’inizio del 2018.

Il prezzo dei Bitcoin trader è aumentato questa settimana

Con le pompe il 29 giugno e il 2 luglio, il prezzo del Bitcoin trader è salito al di sopra delle due medie mobili esponenziali EMA50 ed EMA100, così come la tendenza al ribasso che persiste dall’inizio dell’anno. Nel complesso, si è giunti ad una valutazione neutrale del prezzo. Il supporto più importante è di 5.509,57 Euro, la prima resistenza interessante è di 5.838,59 Euro.

Apri un conto titoli con Online Broker 2018* e assicurati la tua offerta speciale
Nuova offerta alla clientela: Negoziazione per 12 mesi a soli € 3,90* per ordine, gestione gratuita del deposito per i primi 3 anni, offerta di titoli ampia e indipendente. Inoltre, riceverai un biglietto Sky Supersport del valore di €179,94* – usalo tu stesso o regalalo agli amici!

alimentato da finale
Dall’analisi di mercato di ieri, il prezzo dell’azione Bitcoin ha continuato a svilupparsi positivamente. Con un’altra pompa, il prezzo potrebbe ora superare la media mobile esponenziale EMA100. Il prezzo è quasi salito fino all’altopiano, che il prezzo ha attraversato tra il 18 e il 22 giugno.

Come prima della pompa, il prezzo si muove lateralmente

Con le pompe descritte, il prezzo è riuscito a salire al di sopra della tendenza al ribasso finora perseguita:

Il MACD nel grafico delle quattro ore (secondo pannello dall’alto) è positivo e in aumento. La linea MACD (blu) è sopra il segnale (arancione).

Il RSI è a 70 ed è quindi rialzista e anche leggermente ipercomprato.

Guardando il prezzo, la tendenza, gli indicatori e il volume degli scambi, si arriva ad una valutazione piuttosto rialzista. La prospettiva sarebbe completamente rialzista nel caso di un RSI non ipercomprato. A breve termine, ci si può quindi attendere una formazione di un plateau o un leggero consolidamento; a lungo termine, il precedente sentimento rialzista potrebbe essere perseguito ulteriormente.

Sostegno e resistenza

Il primo supporto è di 5.509,57 Euro e quindi circa al livello dell’EMA100. Un altro sostegno è di 5.272,81 euro ed è definito dall’altopiano tra il 21 e il 28 giugno.

La prima resistenza è stata di 5.838,59 euro, lo stesso livello dell’altopiano tra il 18 e il 22 giugno. Se il prezzo del Bitcoin superasse questo livello, si troverebbe un’ulteriore resistenza a livello dell’altopiano alla fine di giugno a 6.190,01 euro.

Punti di ingresso, stop loss e obiettivi
La valutazione piuttosto rialzista motiva ad una posizione lunga – si può osare. Coloro che sono cauti possono utilizzare la prima resistenza a 5.383,59 euro come punto di ingresso, coloro che sono disposti ad assumersi dei rischi possono entrare immediatamente. Come stop loss si offre il primo supporto a 5.509,57 Euro e come primo obiettivo si può puntare a 6.190,01 Euro. Un secondo obiettivo sarebbe di circa 6.500 euro, cioè al livello dell’altopiano attraverso il quale il prezzo del Bitcoin è passato all’inizio di giugno.

Se il prezzo scende al di sotto del primo supporto, una posizione corta è la scelta migliore, dove lo stop loss è al livello di questo primo supporto, il punto di ingresso al livello dell’EMA50 è di 5.444,25 Euro e il primo obiettivo al livello del secondo supporto è di 5.272,81 Euro.

MADANA: Il primo ICO su Lisk inizia il 1° settembre e apre Whitelisting

La piattaforma a catena di blocchi MADANA mira a creare un ecosistema in cui gli utenti delle reti possono possedere e beneficiare dei propri dati. La start-up berlinese è già in attesa di brevetto ed è quindi ancora in attesa che il brevetto venga concesso per garantire il suo modello di business. Per la prima vendita di gettoni sulla catena Lisk-Blockchain tutto è pronto.

Lo scorso dicembre abbiamo parlato per la prima volta con gli amministratori delegati della start-up della catena di blocchi di Berlino MADANA, Christian Junger e Dieter Schule. A quel tempo ci hanno presentato la loro visione dell’ecosistema MADANA, un progetto per decentralizzare il mercato dei dati e renderlo più equo. In futuro, i privati e le PMI dovrebbero essere in grado di entrare autonomamente nel mercato dei dati e di gestire e scambiare i propri dati in modo indipendente.

Il gettone di vendita del Bitcoin formula

Anche il gettone MADANA PAX dovrebbe svolgere un ruolo importante in questo ecosistema. Sotto forma di PAX, gli utenti della piattaforma devono essere ricompensati per aver fornito i loro dati. Come annunciato a febbraio durante il rebranding di Lisk, Bitcoin formula eseguirà la catena di blocco di Lisk su una sidechain. MADANA sarà il primo progetto ad avvalersi del kit di sviluppo Lisk-Sidechain-Development-Kit.

Ora è finalmente arrivato il momento: il PAX-ICO è proprio dietro l’angolo. Il 1° settembre l’emissione del gettone MADANA inizia con la prevendita. L’ICO è condotto secondo il diritto tedesco e quindi è conforme alle disposizioni della BaFin. L’esito della MADANA ICO determinerà anche se il primo progetto sidechain della piattaforma Lisk avrà successo.

“Le OIC sono possibili anche secondo la legge tedesca”.

In occasione del prossimo lancio di ICO abbiamo parlato con il CEO di MADANA Christian Junger:

“Il nostro gettone PAX si basa sulla tecnologia Lisk-Sidechain, particolarmente caratterizzata da un’elevata scalabilità. Pertanto, le probabilità sono buone che molti progetti a catena di blocco utilizzeranno Lisk nel prossimo futuro. MADANA è il primo grande ICO su Lisk e offre ai progetti futuri un valore aggiunto e un nuovo modello di business.

MADANA è anche un pioniere per le startup tedesche a catena di blocchi, perché gestiamo il nostro ICO completamente secondo la legge tedesca. Questo ci rende uno dei primi ad essere riusciti a rispettare le condizioni legali in Germania. Poiché molte questioni in Germania sono ancora irrisolte dal punto di vista giuridico, abbiamo dovuto tenere numerosi colloqui con avvocati e giuristi per giungere a questo punto di vista. Vogliamo trasformare MADANA in un’azienda tedesca di successo a lungo termine e siamo convinti che i requisiti BaFin trasmettano ulteriore fiducia e credibilità. Inoltre, con l’ICO stabiliamo uno standard in Germania – gli ICO sono possibili anche secondo il diritto tedesco!

MADANA utilizzerà i cosiddetti Trusted Execution Environments (TEE) per l’analisi dei dati. Si tratta di componenti hardware protetti la cui elaborazione non è visibile dall’esterno. Con il nostro processo brevettato, abbiamo scoperto un nuovo modo in cui i dati possono essere protetti e utili. Questo ci permetterà di costruire una piattaforma unica per l’analisi dei dati di cui tutti i partecipanti possono beneficiare”.

Per informazioni più dettagliate sul progetto MADANA e sulle formalità dell’ICO, si consiglia di leggere il Libro Bianco e di visitare il nuovo sito web di MADANA. Dai un’occhiata alla nostra video intervista con Christian Junger.

La tecnologia a catena di blocco nella sanità del futuro

Anche se molte idee sono ancora in discussione in questo mercato, è già chiaro che le possibilità della nuova tecnologia sembrano avere un grande potenziale sotto molti aspetti.

Se guardiamo alle indagini in corso, i responsabili delle decisioni nel settore sanitario hanno una visione positiva a lungo termine di crypto trader questo sviluppo. Ma dove si può utilizzare Blockchain nel settore sanitario?

L’uso della tecnologia della catena a blocchi nella sanità può coprire settori molto diversi di crypto trader

Nell’industria farmaceutica per prevenire la produzione di farmaci contraffatti, negli ospedali nella logistica ospedaliera, ad esempio, per monitorare le catene di approvvigionamento e la domanda orientata alla domanda livelli di stock e garanzia di qualità.

Blockchain può essere utilizzato per sistemi di preallarme e per trasferire dati da oggetti da indossare. Monitoraggio autonomo di dispositivi medici di lunga durata, come i pacemaker: anche la tecnologia Blockchain può essere utilizzata in modo efficiente e sicuro.

Tuttavia, il particolare campo di applicazione sarà soprattutto il collegamento in rete del sistema sanitario. La tecnologia a catena di blocco apre la possibilità di criptograficamente la sicurezza e l’aggiornamento dei dati del paziente, oltre a consegnarli ai pazienti.

I vantaggi della tecnologia blockchain

I vantaggi del sistema risiedono soprattutto nella sicurezza della tecnologia. Una questione che sta diventando sempre più rilevante, soprattutto in tempi di attacchi hacker. Se i dati sono attualmente memorizzati su server di medici o compagnie di assicurazione sanitaria, possono essere salvati in futuro come un blocco di informazioni valide sulla catena di blocco.

Un altro punto importante è l’ottimizzazione dei processi, che consente di risparmiare tempo e denaro. Questo è attualmente un enorme vantaggio della tecnologia, soprattutto in considerazione dell’aumento della spesa sanitaria.

Il vantaggio decisivo per i consumatori è probabilmente la “democratizzazione dei dati”. Con la tecnologia a catena di blocco, i dati possono trovarsi nelle mani del paziente ed essere utilizzati in modo autodeterminato. Ognuno avrebbe la propria influenza sui flussi dei propri dati e potrebbe decidere autonomamente quali dati sono messi a disposizione di chi e come vengono utilizzati.

Spetterebbe poi all’utente decidere se mettere i dati a disposizione del proprio medico o eventualmente anche di un’azienda farmaceutica per scopi di ricerca.

Dove sono le sfide, i limiti e gli ostacoli futuri?
Le possibilità, soprattutto nel settore sanitario, sembrano essere innovative e portano nuove dinamiche in un sistema consolidato. Tuttavia, i giocatori lamentano che il rapporto tra benefici e costi è attualmente difficile da valutare. Gli investimenti necessari sono difficili da quantificare e il rendimento dell’investimento è difficilmente stimabile – un rischio.

Sorgono anche questioni giuridiche. Chi è responsabile dei dati e dove sono le responsabilità? Ci sono anche questioni etiche da discutere: Incentivi errati alla trasmissione di dati a fini di ricerca possono avere l’effetto opposto.

La maggior parte delle start-up a catena di blocco si affidano finora a ICO

A metà settimana BlockState ha annunciato che avrebbe condotto una delle prime Equity Token Offering (ETO) sulla piattaforma New Fund – ha riferito BTC-ECHO. A differenza della maggior parte degli OIC, gli ETO sono concepiti per consentire agli investitori di acquisire azioni aziendali reali sotto forma di gettoni. Abbiamo parlato con Paul Claudius, co-fondatore e CEO di BlockState, per scoprire perché BlockState ha scelto un ETO e come BlockState vuole sviluppare prodotti che colmino il divario tra Blockchain e il mondo finanziario tradizionale.

BlockState è una delle prime aziende ad emettere un gettone di partecipazione tramite Neufund

Cosa vi ha spinto a scegliere questa forma di finanziamento? In BlockState, la nostra pretesa non è solo quella di pensare alle innovazioni nel mondo parallelo digitale, ma anche di garantire sempre la conformità legale. Un ICO in Germania non è adatto a questa rivendicazione, poiché le disposizioni normative qui contenute sono ancora troppo vaghe. A parte la sicurezza giuridica, un gettone di utilità ha senso solo nei progetti in cui è una parte necessaria del prodotto. L’ETO si concentra sull’effettiva partecipazione dell’investitore, paragonabile ad un investimento in canna da pesca e VC o all’acquisto di una quota. Rispetto ad una quotazione pubblica classica, dove gli ostacoli sono enormi e l’accesso al mercato è difficile, una quotazione pubblica è molto più facile con l’offerta di gettoni di partecipazione tramite Neufund. Gli Equity Tokens sono quindi un perfetto esempio di strumento finanziario digitalizzato e, a differenza di Angel e VC Investments, offrono l’opportunità di vendere le vostre azioni sul mercato.

La maggior parte delle start-up a catena di blocco si affidano finora a ICO – Quali sono i vantaggi per i vostri investitori che BlockState si affida a un ETO invece che a un ICO?

Abbiamo l’ambizione di pensare le innovazioni non solo nel mondo parallelo digitale

Oltre alla certezza del diritto, un ETO offre agli investitori molti vantaggi, perché, a differenza degli ICO, gli investitori partecipano al successo dell’azienda attraverso i dividendi e, poiché detengono azioni reali, hanno pieni diritti di parola e di partecipazione.

Sul vostro sito web potete leggere che BlockState vuole costruire ponti tra il settore finanziario tradizionale e la criptoeconomia – cosa possiamo immaginare esattamente?

Con i nostri prodotti, vogliamo combinare i guadagni di efficienza della tecnologia blockchain con i requisiti di conformità del mondo finanziario classico e costruire così un ponte. La nostra missione non è quella di abolire le banche e sostituirle con una soluzione evasiva dal punto di vista normativo. Non dobbiamo dimenticare: Il mondo finanziario classico ha anche molti vantaggi. Se perdo la mia password per il mio conto bancario online, avrò una persona di contatto per aiutarmi a recuperarla. A nostro avviso, quindi, gli intermediari non sono di per sé superflui, soprattutto se garantiscono un certo livello di sicurezza. Allo stesso tempo, la mia esperienza nel settore bancario mi ha insegnato che le strutture che vi si trovano spesso risalgono agli anni ottanta.